Homepage ROMA & PROVINCIA Allumiere, il Museo Civico entra nell’Organizzazione Museale Regionale

    Allumiere, il Museo Civico entra nell’Organizzazione Museale Regionale

    10:33 am
    SHARE

    ALLUMIERE – Il Museo Civico entra nell’Organizzazione Museale Regionale (O.M.R.). Con la determinazione N. G12782 10/10/2018 sono stati accreditati musei civici e di interesse locale che rappresentano un’eccellenza per la vita culturale del Lazio, interpretando con una pluralità di offerte il patrimonio del proprio contesto e delle proprie comunità.

    A dare notizia dell’ingresso del Museo Civico nel sistema regionale è l’Assessore alla Cultura e Pari Opportunità Brunella Franceschini: “Si tratta di un riconoscimento importante che dà il giusto valore a un patrimonio del paese di Allumiere e dell’intero territorio. Un piccolo traguardo, ma importante che dà ulteriore slancio a una fondazione storica della nostra comunità e inserisce il paese di Allumiere al centro della programmazione culturale regionale. L’inserimento del Museo è un passaggio importante nelle politiche di promozione e di ideazione di nuove offerte culturali e museali sulle quali questa Amministrazione sta lavorando. Stessa soddisfazione per la riconferma della Biblioteca Comunale nell’Organizzazione Bibliotecaria Regionale (O.B.R.), Organizzazione Bibliotecaria Regionale.”

    Assieme al riconoscimento regionale torna la grande offerta formativa del Museo Civico di Allumiere. Per tutte le scuole interessate è possibile prenotare una giornata di approfondimento, cultura e laboratori presso il Museo Storico Archeologico Naturalistico “A. Klitsche De La Grange”. Sito nella centrale Piazza della Repubblica il Museo Civico del comune collinare occupa due piani dello storico Palazzo della Reverenda Camera Apostolica offrendo un allestimento pensato per guidare il visitatore attraverso le varie epoche dell’affascinante storia del territorio in cui si trova Allumiere e della sua comunità. Le sale del paleolitico mettono in mostra gli storici ritrovamenti fossili dell’elefante antico rinvenuti in Località Ficoncella. Interessante l’esposizione dell’industria litica neandertalense e i numerosi reperti risalenti all’epoca proto-villanoviana ed etrusca. Suggestivi i reperti delle ville rustiche di età repubblicana che chiudono il viaggio nell’antichità. Al piano superiore sarà possibile ripercorrere l’epoca medievale e l’avventura dell’allume pontificio dalle fasi di estrazione, lavorazione e commercializzazione fino alle sue profonde connessioni con il territorio e con l’origine della comunità. L’Assessore alla cultura e Pari Opportunità Brunella Franceschini, in collaborazione con il neodirettore dell’organizzazione museale Dott. Enrico Seri e alla responsabile del museo Marina Bentivoglio hanno lavorato all’offerta formativa. Il piano didattico del Museo Civico di Allumiere prevede attività appositamente pensate per ogni fascia di età tenendo conto della programmazione scolastica e delle esigenze dei docenti in visita. All’interno della proposta didattica “Un Museo Tutto Da Scoprire” si possono trovare laboratori dedicati all’infanzia come “Giocare con la Creta”, focalizzato sulla manipolazione dell’argilla o le “Letture animate” per scoprire i segreti del bosco. Interessanti e divertenti i laboratori per i piccoli avventurosi in cerca di un’esperienza di simulazione come “Il Lavoro dell’Archeologo” laboratorio di scavo simulato e “Il lavoro del Paleontologo” con la creazione di un calco in gesso e argilla simulando il processo di fossilizzazione. La sezione Preistoria prevede laboratori di ceramica preistorica, con la tecnica del colombino, tessitura antica e arte preistorica e ornamenti litici. Si può però andare anche alla scoperta de “Le Antiche civiltà” con diversi e appassionanti laboratori: “La scrittura nel Tempo” laboratorio di geroglifico e cueneiforme, “Egitto enigmi, arte, religione e scrittura”, “Etruschi un viaggio tra pensatori eroi e miti” nei quali con la tecnica della affresco o della pittura con pigmenti naturali si apprende l’arte di queste popolazioni dell’antichità e poi i laboratori dedicati ai Romani tra i quali certamente spiccano i laboratori di affresco e mosaico. La sezione didattica naturalistica offre per i più piccoli “Scoprire i segreti del bosco” e “Tracce a sorpresa” e per i più grandi “Gli Alberi, i loro nomi e le loro storie”, “Il Mondo degli Insetti” e “Semi, Fiori e Strategie”. Interessanti per gli studenti i laboratori sui minerali e sulle rocce del territorio dei monti. Assieme ad ogni attività laboratoriale è prevista una lezione specifica sull’argomento proposto nel laboratorio, pensata dal personale del museo per introdurre in maniera leggera e divertente alle tematiche che si affronteranno nell’attività esperienziale prescelta. I bambini porteranno via il frutto del loro lavoro e certamente il ricordo di una giornata piacevole e interessante.